HOME

Chi siamo

Il Consorzio Sviluppo e Legalità è sorto il 30 maggio 2000, su iniziativa della Prefettura di Palermo, allo scopo di consentire a otto Comuni della Provincia di Palermo (Altofonte, Camporeale, Corleone, Monreale, Piana degli Albanesi, Roccamena, San Cipirello, San Giuseppe Jato) di amministrare in forma associata e per finalità sociali i beni confiscati alla criminalità organizzata.

Mission

Obiettivo principale del Consorzio Sviluppo e Legalità  è quello di sfidare concretamente la criminalità organizzata, contribuendo a modificare, in chiave positiva, l’ assetto produttivo delle aree dei Comuni coinvolti  facendo nascere da terreni  improduttivi confiscati ai mafiosi una opportunità di sviluppo e di lavoro per giovani disoccupati.

I Risultati

Per rendere possibile il perseguimento dei nostri obiettivi il Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza – ha assunto l’iniziativa a progetto pilota nell’ambito del PON “Sicurezza” 2000 2006 cofinanziato dall’Unione Europea e ne ha finanziato la realizzazione.

Grazie a tali investimenti beni  improduttivi appartenuti  a boss mafiosi di primo piano sono stati recuperati e trasformati in strutture produttive, reimmesse nel circuito dell’economia legale e affidate in gestione a quattro cooperative sociali di giovani nel frattempo costituite.

Oggi in queste strutture e sui 700 ettari di terre confiscate alla mafia nella nostra disponibilità  lavorano circa 100 persone, tra soci delle Cooperative e l’indotto che si è creato nel territorio.